domenica 19 agosto 2018

FaTA-E - Modellazione 3D

Parallelamente all'input per impalcati, è presente, inoltre, un ambiente di “modellazione tridimensionale” in cui, lavorando nelle diverse viste e con la funzione di visualizzazione a layer (piani e telai), è possibile introdurre: nodi sulle aste presenti, aste comunque orientate nello spazio colleganti due nodi esistenti, travi a mensola, controventature, vincoli ai cinematismi nodali, molle applicate ai nodi, carichi e coppie sui nodi, rilasci dei gradi di libertà rotazionali delle aste (cerniere interne), carichi ripartiti su aste, piastre, solai, balconi e tamponamenti nel riferimento globale o locale.

Nello stesso ambiente sono presenti alcuni degli strumenti di gestione dei rinforzi strutturali da applicare agli elementi in c.a. In particolare la definizione dei rinforzi FRP e CAM sui nodi strutturali di incrocio tra travi e pilastri, che consentono l'applicazione delle verie tipologie di consolidamento scelte in base alle più recenti e innovative tecnologie.
 

I carichi introdotti vengono associati a dieci possibili configurazioni utente, utili a modellare, vento, neve, carichi eccezionali, ecc. Gli effetti di tali azioni di carico possono essere combinati con gli altri tipi di carico presenti sulla struttura nell'ambiente di gestione delle combinazioni. In particolare per l'inserimento di carichi vento e neve è presente un comando il quale elabora il varico in base alla definizione di aree di carico comprese tra i vari elementi strutturali.

E' possibile, inoltre, inserire delle condizioni di carico alle quali associare spostamenti imposti per i vari nodi strutturali.

In “Modellazione 3d” è possibile gestire anche la presenza di più impalcati rigidi nello stesso piano tramite la gestione master-slave dei nodi.
Sono, inoltre, presenti le funzioni automatiche di inserimento degli arcarecci su aste e travature reticolari e di suddivisione delle travi anche lungo un arco. Mediante il comando automatico è possibile inserire gruppi di aste in base a diverse configurazioni di controventi concentrici.