domenica 19 agosto 2018

FaTA-E - Modulo PGA

Il Modulo PGA di FaTA-E consente il calcolo della vulnerabilità sismica di edifici esistenti in c.a. e la valutazione dell'"adeguamento sismico" delle strutture alla zone dove sono ubicate.

 Il metodo utilizzato è quello introdotto dall’OPCM 3274, secondo il quale, per i vari stati limite, viene calcolata l’accelerazione tale da non superare i requisiti di sicurezza per le varie verifiche prescritte per ogni tipologia di elemento. Il software restituisce una scheda riepilogativa (differenziata per Regione) in cui leggere i valori delle PGA, gli indicatori di rischio, le caratteristiche dei materiali, l’analisi effettuata, i fattori di struttura, ecc…

Il software, adeguato alle richieste delle apposite schede da compilare, è adeguato al recente D.M. 14/01/2008 con le specifiche della Circolare n. 617 del 02/02/2009, effettuando anche l’analisi per SLC e SLO e il calcolo dei tempi di ritorno associati.

Il calcolo delle PGA avviene analizzando le singole combinazioni di carico generate dal software. Le combinazioni utilizzate sono relative alla presenza dell’azione sismica, essendo il calcolo legato alla vulnerabilità sismica. Nel caso di adeguamento verrano aggiunte le combinazioni di carico fondamentali relativi ai carichi verticali.

Dall’apposito ambiente sarà possibile intervenire esclusivamente sui coefficienti delle singole condizioni di carico.

Inoltre, sarà possibile attribuire ai vari piani dell’edificio una diversa destinazione d’uso.

Se la struttura rientra nei casi considerati dalla normativa, sarà possibile considerare anche l’azione sismica verticale. Ciò modifica il numero delle combinazioni da considerare. È importante notare che, al fine di non sottoporre la struttura a condizioni non realistiche, è doveroso agire sulla scelta del tipo di analisi sismica nella direzione verticale.

Anche per il calcolo della PGA è possibile definire delle “azioni utente” per poi associare forze, coppie, carichi ripartiti dall’apposito ambiente di modellazione 3D. I coefficienti di combinazione non possono essere personalizzati liberamente, ma è possibile associare i coefficienti attribuiti ai carichi permanenti o d’esercizio, o ignorare l’azione nelle combinazioni per la PGA

Il calcolo delle varie PGA avviene dopo aver introdotto le armature in tutti gli elementi strutturali. Con il modulo PGA di FaTA-E, pensato per strutture interamente in c.a., è anche possibile considerare (sia come rigidezza che nelle verifiche di resistenza) elementi in legno, acciaio e muratura, non significatamene presenti nel modello dell’edificio. Nel caso di strutture in acciaio non dissipative è possibile valutare strutture interamente in acciaio.

La classificazione degli elementi in fragili e duttili avviene secondo due diverse modalità scelte alternativamente dall’utente: stato sollecitazioni carichi verticali; valori resistenti dell’elemento.